Les italiens chez vous: il blog di famiglia

Oggi vi presento “Les italiens chez vous“, il blog di famiglia. Io e Mattee abbiamo aperto questo blog circa due mesi fa e sta andando a gonfie vele! Siamo contenti di poter condividere con la rete le nostre esperienze e le nostre scoperte.

Siamo dispenser di creatività e parliamo a tutti spesso in tre lingue (italiano, francese e inglese). Abbiamo deciso di proporre questo blog e brand di famiglia perché vogliamo condividere tutto ciò che vediamo e sperimentiamo. Seguiteci con l’hashtag #lesitalienschezvous 

Scopri il blog, clicca qui 

 

The Others Art Fair a Torino

The Others, la prima fiera italiana dedicata all’arte emergente internazionale  è giunta quest’anno alla sesta edizione in una nuova location, l’Ex Ospedale Regina Maria Adelaide di Torino. Dal 3 al 6 novembre 2016 ogni stanza dell’ex ospedale si anima con la bellezza e i colori delle opere d’arte. Sponge ArteContemporanea partecipa a questo evento insieme alle strutture d’arte indipendenti. Gli appuntamenti importanti sono due:  Sponge presenterà all’interno dello stand a25 gli artisti Anita Calà e Vincenzo Marsiglia con il progetto Black is the new white, una installazione ambientale partecipativa che si compirà grazie al flusso, alla presenza del pubblico nella stanza. Vincenzo Marsiglia ha partecipato alla settima stagione espositiva di Sponge ArteContemporanea nel febbraio 2015 con la mostra personale THEATRE(HOME)INTERACTIVE  curata da me, mentre Anita Calà sarà ospite della stagione in corso con una mostra a cura di Saverio Verini.

14680636_1293564454007832_7780334227084659252_n

L’altro appuntamento che vi segnalo nell’intenso programma della fiera torinese è la Roundtable dedicata dieci realtà contemporanee che incarnano le molteplici fisionomie incluse nel concetto di nomadismo culturale assunto a tema della fiera: il “vagabondaggio di pratiche e ruoli”, del vasto macrocosmo di sperimentazione continua e contaminazione che è il sistema contemporaneo indipendente attuale.

Info su The Others Art fair

14601008_1297268386970772_6839434612153467834_n

Demanio Marittimo.Km-278 arte, architettura e design in spiaggia

Demanio Marittimo.Km-278 arte, architettura e design in spiaggia dal tramonto all’alba, venerdì 22 luglio a Marzocca di Senigallia.

E’ una notte tutta da vivere con allestimenti temporaneo diversi che cambiano ogni anno. E’ una notte dove si parla di architettura, arte contemporanea, nuovi progetti nella zona dell’Adriatico. E’ una notte dove si assaggia la food art, ogni anno diversa. E’ una notte con una maratona di video e cortometraggi interessanti. Tutto questo è Demanio Marittimo. Km-278. 

Il progetto vincitore per l'allestimento in spiaggia della VI edizione di Demanio Marittimo.km-278
Il progetto vincitore per l’allestimento in spiaggia della VI edizione di Demanio Marittimo.km-278

Il progetto è a cura di Cristiana Colli e Pippo Ciorra, ed è strutturato come un vero e proprio “flusso ininterrotto di 12 ore dedicate alla cultura contemporanea – arte, architettura, design, food, cultura e innovazione – una rappresentazione dell’Adriatico e della spiaggia come spazio pubblico e luogo di incontro”.

Perché è stata scelta la spiaggia come luogo per questo evento? A questa domanda i curatori hanno risposto così:

“Demanio Marittimo.km-278 è un “fronte mare”, perché la spiaggia è un Limes, una frontiera, per i desideri e per i bisogni, un avamposto che riguarda i temi del progetto. Sulla spiaggia di Marzocca hanno cittadinanza le grandi questioni, dall’architettura al design, dall’arte al food alla comunicazione. Fino alle migrazioni epocali di questo tempo, iniziate 25 anni fa con gli sbarchi delle navi albanesi a Brindisi. Tra i tanti appuntamenti e ospiti internazionali di questa edizione, non potevamo non rendere omaggio al maestro del territorio Andrea Pazienza, nel 60 anniversario dalla sua nascita: un talento puro e cristallino con forti origini adriatiche che hanno ne segnato antropologia e autorialità.”

Demanio Marittimo.Km-278 edizione 2014 Foto © Mappelab
Demanio Marittimo.Km-278 edizione 2014 Foto © Mappelab

 

La  VI edizione che si svolge  il 22 luglio, dalle 6 pm alle 6 am, promossa dalla rivista MAPPE e dall’Associazione Demanio Marittimo.Km-278, con la collaborazione del MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo, del Comune di Senigallia, della Regione Marche e con il supporto di un’ampia rete di imprese, istituzioni e associazioni culturali nazionali e internazionali.

Come ogni anno, io sarò a Demanio Marittimo.Km-278 e vi racconterò live tramite social network l’evento fino all’alba! SE non riuscite ad essere presenti seguite l’hashtag #dmkm278 e #destinazionemarche. Anche il Social Media Team della Fondazione Marche Cultura è presente!

Volete scoprire il programma? Cliccate qui 

Adalberto Abbate e Mario Consiglio al GRIMMUSEUM di Berlino

“MANIFESTO” è un progetto espositivo di Adalberto Abbate (Palermo, 1975) e Mario Consiglio (Maglie, 1968). Un caleidoscopico comporsi di affiche, tabelloni e aforismi metropolitani, conglobati e sovrapposti a frammenti sparsi di memorie: immagini “note”, “evidenti”, apparentemente lapalissiane, segno residuo di un bombardamento visuale martellante e convulso. I due artisti affrontano con sensibile e lucida disamina il tema della potenza icastica dell’immagine: esibiscono i volti e le icone della contemporaneità, spaziano dalla cronistoria internazionale alle interferenze locali, ci conducono in un non-luogo personale albergato da ricordi di momenti familiari che non torneranno più. Sono immagini non ancora digerite, non manipolate, rapite e riconsegnate senza un ordine di narrazione.

Vi consiglio la mostra che dal 12 febbraio al 5 marzo sarà presso il GRIMMUSEUM di Berlino. Intanto se volete saperne di più leggete il mio articolo su Artribune relativo alla mostra. Cliccate qui

manifesto-abbate-consiglio-rid

Sponge ArteContemporanea a Set Up Art Fair Bologna

Inizia la settimana calda dell’arte contemporanea a Bologna. Oltre alla 40esima edizione di ArteFiera, si scaldano i motori per SetUp Art Fair, presso l’autostazione di Bologna. 

rassegna in corpo

Noi di Sponge ArteContemporanea siamo presenti, come sempre, a SetUp Contemporary Art Fair, una fiera d’arte contemporanea che rivolge l’attenzione agli artisti emergenti. Per l’edizione 2016 partecipiamo su più fronti, con lo stand espositivo, la rassegna performativa In Corpo VI e il Premio Residenza.
Nello stand 39 verrà presentato il progetto Models of Guidance con gli artisti Leonardo Aquilino e Sacha Turchi, a cura di Giovanna Giannini Guazzugli.

Info qui

sponge artecontemporanea- artefiera

Pier Paolo Pasolini e il progetto IoSo di Gaggia e Dubbini

 

Io So.Ma non ho le prove

Oggi è il 2 novembre 2015 e ricorre il quarantesimo anniversario della scomparsa di Pier Paolo Pasolini, uno dei più grandi intellettuali italiani del Novecento. Da questa figura chiave della storia del pensiero contemporaneo, parte il progetto IoSo, ideato da Giovanni Gaggia e Rocco Dubbini che coinvolgerà da oggi per tutto il 2016 artisti, curatori, collezionisti, galleristi ed intellettuali che parteciperanno ad una serie di iniziative tra la fine del 2015 e l’intero 2016 per dar vita ad un percorso della memoria tra Matelica, paese marchigiano da cui partì l’avventura imprenditoriale del fondatore dell’ENI, Enrico Mattei, e Casarsa dove Pasolini visse gli anni della gioventù. IoSo è un progetto in movimento, in viaggio,  può essere adottato, condiviso ed ospitato. Segui il progetto sul web con l’hashtag #IoSo

Leggi il comunicato stampa IoSo  

#nuovicodici la mostra a Palazzo Stanga Trecco di Cremona

La Biennale di Soncino “A Marco” giunge all’ottava edizione e  quest’anno arriva si apre ad un nuovo progetto collaterale a Cremona, infatti, grazie alla concessione della Provincia di Cremona e all’organizzazione di Aleart, nelle auguste sale di Palazzo Stanga Trecco, recentemente rivalorizzato da un importante intervento di restauro conservativo, approdda #nuovicodici fino al 20 settembre. Un pool di curatori e 33 artisti contemporanei, specchio ampio e allargato dei linguaggi – i codici appunto – dell’arte di oggi.

Mandra Cerrone, Silent family
Mandra Cerrone, Silent family

#nuovicodici, più che una mostra è un momento di utile approfondimento, confronto e dialogo sugli aspetti, le riflessioni e i contenuti condotti, cercati e trovati dagli artisti di oggi che qui si presentano attraverso un nutrito ed eterogeneo spaccato di ricerche.

Per saperne di più clicca qui

 

 

 

Perfect Number VI a Sponge ArteContemporanea

Sponge Living Space è lo spazio espositivo dell’associazione culturale Sponge ArteContemporanea: un casolare di campagna immerso nelle colline marchigiane a Pergola, in provincia di Pesaro e Urbino. Come ogni anno a luglio arriva il momento per la mostra conclusiva che racchiude l’essenza di tutta la stagione espositiva di questo spazio indipendente, il ciclo di esposizioni intitolato “Inneres augue/ Visione Contemporanea” si chiude con PERFECT NUMBER, edizione VI: 9 artisti, 9 stanze, 9 poesie,  9 project rooms a cura di Francesco Paolo del Re.

La sfida è coniugare due linguaggi contigui ma spesso apparentemente distanti: l’arte contemporanea e la poesia. Ispirandosi alle suggestioni poetiche dello stesso Del Re, carpite dalla sua prima raccolta di liriche “Il Tempo del Raccolto” (SECOP Edizioni), gli artisti proporranno liberamente la loro filosofia costruendo una project room del tutto indipendente l’una dall’altra, ispirandosi ciascuno a una delle poesie del libro.

Vi aspetto all’inagurazione sabato 18 luglio alle ore 18:30 presso Sponge Living Space, via Mezzanotte 84, Pergola (PU). Info qui: Sponge ArteContemporanea

Demanio Marittimo.Km-278: architettura, arte, design e food

Siete pronti per la maratona notturna dedicata all’architettura, all’arte, al design e al food? Venerdì 17 luglio 2015 dalle 6pm alle 6am c’è Demanio Marittimo.Km-278 sul lungomare Italia 11, Marzocca di Senigallia (AN).

Demanio Marittimo.Km-278 è un evento notturno geolocalizzato in un punto preciso della spiaggia di Marzocca di Senigallia. I due curatori, Pippo Ciorra e Cristiana Colli, hanno scelto questo luogo pubblico insolito che diventa per 12 ore un hub culturale e un contenitore aperto per parlare di arte, architettura, design, food e molto altro. (Leggi l’intervista ai curatori clicca qui). L’evento promosso dalla rivista MAPPE – Gagliardini Editore e dall’Associazione Demanio Marittimo.Km-278, in collaborazione con il MAXXI – Museo delle Arti del XXI secolo, la Regione Marche, il Comune di Senigallia e con il supporto di un’ampia rete di imprese, istituzioni e associazioni culturali, partner editoriali.

La notte di Demanio Marittimo.Km-278 va vissuta, tra persone, community, esperienze e progetti. Appuntamento sulla spiaggia! Vi aspetto. Tutte le info Demanio Marittimo.Km-278

Demanio Marittimo. Km-278 . Foto Mappelab
Demanio Marittimo. Km-278 . Foto Mappelab

Intexěre tempus: Giovanni Gaggia e Regina José Galindo

Vi trovate a Roma? Farete un viaggio a breve in questa città eterna? Vi consiglio di visitare “Intexěre tempus” mostra personale di Giovanni Gaggia.

Ecco qui il comunicato stampa 🙂

Rossmut, una delle galleria romane di ricerca, apre la nuova sede della galleria nel quartiere di San Lorenzo a Roma e lo fa con un progetto a sostegno di Amnesty International, intexěre tempus personale di Giovanni Gaggia a cura di Diego Sileo. L’inaugurazione è prevista per lunedì 27 aprile, con la presenza di Regina José Galindo.

Attraverso la sua arte Giovanni Gaggia ha scelto di comunicare sensazioni, stati d’animo, tensioni che nascono direttamente da esperienze umane. La necessità di narrare storie e l’esigenza di porre l’attenzione su certe tematiche, che toccano da vicino alcune delle realtà più complesse della nostra contemporaneità, prendono forma e sostanza nelle sue performance. Opere che isolano gli istanti di un percorso introspettivo che da sempre caratterizza la ricerca dell’artista. Istanti narrati ed esibiti che suggeriscono il bisogno di fermarsi, aspettare e riflettere.

La mostra alla Galleria Rossmut ricostruisce – con video, fotografie e installazioni – la performanceintexěre tempus, realizzata il 18 marzo 2015 nei suggestivi spazi dell’antico lavatoio di Palazzo Lamperini (1888), nel quartiere San Lorenzo a Roma. La violenta congiunzione del corpo dell’artista con quelli violati e martoriati dei protagonisti raccontati in intexěre tempus ha innescato forti cortocircuiti visivi ed emotivi con il preciso intento del non voler dimenticare. I partecipanti hanno interagito direttamente con l’artista e condiviso attivamente con lui – attraverso un originale percorso di introspezione e di riflessione – storie vere di uomini e donne vittime di violenza, convertendosi così in testimoni della memoria. Il carattere intrinsecamente politico dell’opera diviene il segno poetico di quelle azioni atte a sottolineare la fragilità, la sofferenza e la forte carica emotiva del genere umano.

Il video della performance, che sarà presentato in anteprima assoluta la sera dell’inaugurazione della mostra, è diretto da Alessandro D’Alatri, uno dei più autorevoli registi del cinema italiano, autore di grande sensibilità, capace di raccontare l’arte, quella vera, quella che assorbe gli umori e le verità delle realtà che ci circondano.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Maretti Editore e sarà visitabile fino al 27 luglio da martedì a sabato 16 – 20, mattina su appuntamento. Info mostra qui

Giovanni gaggia- Regiona-Galindo-Roma