#telodoioillavoro curricula vitae visivi per i lavori di domani

Lavoro, interculturalità, infanzia sono i tre gangli della poetica artistica di Giacomo Giovannetti che emergono dall’installazione site specific presentata negli spazi della Mole Vanvitelliana di Ancona: un’intera parete racconta il risultato di una ricerca e di un’evoluzione visiva che l’artista sta perseguendo da alcuni anni. La mostra inaugura sabato 20 maggio e sarà visibile fino al 4 giugno. Info qui

telo do io il lavoro

#telodoioillavoro che parte da una performance proposta lo scorso aprile dall’agenzia Yes! ed ospitata nella sede dell’evento Portobello ad Ancona. L’operazione artistica condotta da Giacomo Giovannetti consiste in un atipico colloquio di lavoro con domande inusuali che fanno emergere limiti, prospettive e sogni degli intervistati, messi “a nudo” dopo aver varcato la soglia di una porta ed essersi trovati di fronte all’artista e ad una macchina fotografica. Oltre sessanta persone si sono messe in gioco parlando di luoghi cari, spazi immaginati, remote aspirazioni. Partendo dall’infanzia, età in cui l’identità si struttura ma si è liberi da pregiudizi e lacci sociali, l’artista ha accompagnato ogni intervistato, elaborando un’indagine creativa che ha condotto alla nascita di nuove tipologie di lavoro. Le interazioni e le risposte verbali, sono state tradotte da Giacomo Giovannetti su un piano visivo, acquisendo consistenza, concretezza e colore.

Scarica e leggi il mio testo critico –  #telodoioillavoro testo critico di Federica Mariani- def.

 

YES_cartolina_A5_esec

YES_cartolina_A5_esec_retro

PRIVATA: mostra sul femminicidio, seconda tappa

 

“PRIVATA” la mostra sul femminicidio e la violenza di genere è giunta alla seconda tappa. Dopo la Mole Vanvitellina di Ancona (8 marzo – 6 aprile) la mostra si sposta a Sorrento presso la prestigiosa sede dell’Art Hotel Gran Paradiso, dal 12 aprile al 12 maggio. L’inaugurazione è prevista sabato 12 aprile alle ore 18, vi aspetto!

Se volete rimanere informati sulle nostre tappe, conoscere tutto il progetto che prevedere anche laboratori didattici ed eventi paralleli, potete consultare il blog di PRIVATA (cliccate qui)

 

 

progetto PRIVATA
Seconda tappa del progetto PRIVATA

 

 

 

 

Conferenza sul femminicidio in Italia: arte, parola e teatro

 

“D’arte e d’amore mai PRIVATA” è il titolo della conferenza prevista per Venerdì 4 aprile alle ore 18 presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, all’interno degli spazi di “PRIVATA”, la mostra d’arte contemporanea sul femminicidio e la violenza di genere curata da me, che vede impegnati sette artisti Federica Amichetti, Alessandra Baldoni, Mirko Canesi, Mandra Cerrone, Giovanni Gaggia, Francesca Romana Pinzari, Rita Soccio e con la partecipazione speciale delle due giornaliste Nikla Cingolani e Tamara Ferrari.  Proprio in occasione della conferenza, si mescoleranno numerosi linguaggi contemporanei grazie ad un’anticipazione dello spettacolo “Sarà perché ti amo”  ideato da Maria Sole Cingolani, direttrice di ETRA (Accademia delle Arti Sceniche e Visive di Camerino), frutto di un progetto di sensibilizzazione contro il femminicidio, in comune fra le scuole superiori di Camerino e la compagnia teatrale universitaria LA MUTA- UNICAM.

collage mostra privata ad ancona

PRIVATA: un giro d’Italia contro il femminicidio

 

Federica Amichetti, Alessandra Baldoni, Mirko Canesi, Mandra Cerrone, Giovanni Gaggia, Francesca Romana Pinzari, Rita Soccio: sette artisti orchestrati da me, hanno affrontano a viso aperto il tema della violenza sulle donne e del femminicidio.  Da questo confronto è  nata PRIVATA, una mostra itinerante con l’obiettivo di risvegliare le coscienze attraverso l’arte contemporanea. La prima tappa di questo viaggio in tutta l’Italia, è prevista  sabato 8 marzo ore 18:00 presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, con il patrocinio del Comune di Ancona in collaborazione con Donne e Giustizia ONLUS, CNA Impresa Donna di Ancona ed ExpoMarche. L’inaugurazione della mostra è anticipata dalla performance di Mirko Canesi “Fall and Rising, Fall and Rising, Fall and Rising…” / Clash #1 prevista alle ore  16 nella zona antistante alla Mole.

 

invito

Journey into Fragility di Maria Rebecca Ballestra

L’arte rivela la fragilità della Terra: Journey into Fragility arriva alla Galleria 400mq, una mostra personale di Maria Rebecca Ballestra, curata da me. Fotografie, video e installazioni per documentare i cambiamenti climatici in atto e far riflettere sullo sfruttamento delle risorse del Pianeta. Maria Rebecca Ballestra con le sue fotografie, installazioni e video ha rielaborato visivamente La Carta di Arenzano per la Terra e per l’Uomo, un prezioso documento attraverso un viaggio di un anno e mezzo (febbraio 2012 – giugno 2013), diviso in 12 tappe distribuite nei cinque continenti. Per ogni parte del viaggio sono organizzati workshop, conferenze e dibattiti in collaborazione con organizzazioni umanitarie, curatori e gallerie. La mostra ad Ancona (10-26 novembre 2012), curata da me, è concepita come una selezione delle opere più rappresentative delle prime cinque delle dodici tappe del viaggio, rappresentando la parte centrale del progetto prima dell’evento finale parallelo alla LV Biennale d’Arte di Venezia, dove verranno discussi i risultati raggiunti paese per paese, proposte nuove soluzioni e valutate opportunità future.

 

Guarda la galleria d’immagini

  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona
  • Journey into fragility. Mostra personale di Maria Rebecca Ballestra alla Galleria 400mq di Ancona

moNUmenti (momenti da ricordare sempre): Giacomo Giovannetti

All’interno della rassegna “Abra kadabra” tre artisti e il sacro, curata da Davide W. Pairone per Quattrocentometriquadri gallery di Ancona, l’artista Giacomo Giovannetti ha proposto nel settembre 2011 un laboratorio artistico per bambini curato da me  e intitolato “moNUmenti” (momenti da ricordare sempre).

Crazy Jellyfish di Valerio Porru

La rassegna “Happy Art” è nata da un’idea di Filippo Ugolini, Presidente della Commissione Cultura del Comune di Ancona che ha invitato l’associazione culturale Quattrocentometriquadri,a relizzare tre eventi presso la Baia Beach Portonovo (alias da Paolo). Nella rassegna (agosto 2011) sono stati coinvolti tre artisti e tre curatori: il primo evento dal titolo “Lightness” con l’esposizione di opere di Tamara Inzaina curato da Chiara Ronchini, il secondo con Simone Alessandrini “Giardino Infinito” curato da Sabrina Maggiori.  Il terzo appuntamento è stato curato da me e si intitola  “Crazy Jellyfish” di Valerio Porru .

Il mondo animale, il mondo vegetale e il loro rapporto con l’uomo sono i temi principali affrontantati da Valerio Porru. Il suo linguaggio artistico é tagliente e dissacratore, ci ricorda sempre come l’uomo sia debole nei confronti della natura. Crazy Jellyfish è un’installazione pensata appositamente per inserirsi nel bellissimo paesaggio di Portonovo, le meduse come animali marini sinuosi, saranno reintepretati e animati dall’artista.

 

 

Guarda la gallery d’immagini dell’evento

  • happyART03|CRAZY JELLYFISH|foto M.FrancescaNitti e AdelmoDeSantis
  • crazy-jellyfish
    Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • Crazy jellyfish, installazione di Valerio Porru presso la Baia di Portonovo (AN)
  • disegni di Valerio Porru
  • disegni di Valerio Porru
  • happyART03|CRAZY JELLYFISH|foto M.FrancescaNitti e AdelmoDeSantis
  • Federica Mariani e Valerio Porru

 

Lost in food: fotografie di Marzia Castelli

 

Quel mazzetto verde squillante di prezzemolo e rosmarino non sembra il Brasile? E là, nello skyline di spaghetti, non c’è forse New York? E quella criniera di fusilli? È il segno del Leone! Si intitola “Lost in Food”, ovvero la potenza scultorea del cibo, con le sue forme e i suoi colori, nell’evocare e raccontare altro da sé, un paese, un segno zodiacale e chissà quante cose ancora, la ricerca di  Marzia Castelli in arte MRZ, le cui curiose, fresche e ironiche immagini fotografiche saranno esposte per un mese, dal 3 giugno al 3 luglio, alla Galleria Marcheshire Gourmet di Senigallia (Marche – AN).  L’evento espositivo è realizzato da Quattrocentometriquadri Gallery in collaborazione con Marcheshire Gourmet, curato da me nell’allestimento e con testo critico.

Guarda la galleria d’immagini

  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.
  • LOST IN FOOD | foto di Marzia Castelli Marcheshire Gourmet, Senigallia (AN). 3 giugno - 3 luglio 2011.